Loading

Frullatori a immersione, cosa guardare per non comprare a scatola chiusa

Il detto ‘A caval donato non si guarda in bocca’ non vale per i frullatori a immersione o minipimer, che tanto successo riscuotono in cucina. Il perché è facile da intuire, ci sono componenti dell’apparecchio da ispezionare con attenzione ‘a priori’ per non accorgersi a casa, quando ormai è troppo tardi, di aver preso una sonora fregatura per essere stati frettolosi, superficiali o poco informati. Proprio per il lavoro che dovrà svolgere, non si può comprare un mixer a scatola chiusa. Cosa guardare, allora, prima dell’acquisto? Prima di correre in negozio o di aprire una schermata di shop e-commerce non guasta una breve infarinatura sulla natura dei minipimer, utilissimi micro-elettrodomestici ormai onnipresenti in ogni cucina per la loro versatilità e la semplicità d’uso, non ultimo perché costano poco e fanno tanto, portando a un concreto risparmio di tempo e denaro nella produzione di ogni genere di frullati, sughi, salse, vellutate e basi per preparazioni dolci e salate. Proprio perché ne esistono in commercio una marea, occorre fare attenzione a ciò che si compra per non rischiare un acquisto a scatola chiusa. Preparatevi, quindi, ad aguzzare bene la vista per non farvi sfuggire quei dettagli che spesso fanno la differenza nella qualità. Generalmente, il frullatore a immersione si compone di gamba, piede e impugnatura, in quest’ultima di solito è allocato il motore. I minipimer hanno la gamba lunga per via della forma allungata, che si collega direttamente al manico, mentre sul piede alloggia la lama o le lame se più di una. Tutto molto semplice, ma c’è da vedere la conformazione nel suo insieme, la potenza e soprattutto i materiali di cui sono fatte le lame e il corpo dell’apparecchio. Sono dopo un’attenta e dettagliata analisi si sarà in grado di procedere a una scelta consapevole, anche sulla base del budget a disposizione, non senza aver prima valutato la bontà, o meno, dei materiali di cui è fatto il mixer, in genere plastica, acciaio o altre leghe metalliche. Il consiglio è di preferire sempre materiali metallici, i migliori e più taglienti per poter sminuzzare e tritare ogni genere di ingrediente e materia prima. Altre domande? Ecco tutte le risposte su ogni tipo di frullatore a immersione.