TE LO DICE DLSO #5: CHET FAKER, 5 ITALIANI DA COMBATTIMENTO E IL MISTERO DI TUPAC

Ci risiamo, il nostro digest settimanale che vi costa zero spesa, massima resa. 

Cominciamo con un progettone: riunire 5 act, 5 produttori italiani dalle grosse capacità, in un unico articolo. Sono uscite che si muovono in un arco di tempo abbastanza ampio e che servono a realizzare una panoramica su alcune cose che ci/vi sono sfuggite e che è giusto recuperare. Entra dentro, ti aspettano Furtherset, DNN, sUb_modU, LSWR e Kavemura.

Tupac è vivo o Morto? Chi ha ucciso Tupac? Dove si trova Tupac? Gli album postumi sono davvero postumi?
Non è ben chiaro se la CIA abbia voluto scherzarci su o se si siano sbattuti per dare una risposta il più formale possibile su Twitter che non facesse incazzare nessuno. Questo tweet in risposta alle domande dei follower dei Servizi Segreti americani (WTF), ha riaperto di nuovo gli scenari più disparati tra ipotesi di complotto.

Carrellatona di musica all over the world: Cyril Hahn trasforma “Tough Love” in una traccia da dancefloor, ma conservando la sensualità della voce originale di Jessie Ware. Lunice rilascia “Can’t Wait To”, ascoltata fino ad ora in alcuni mixati─Diplo & Friends su tutti, ed anticipa la release trionfale prevista per l’8 Luglio. 

Mentre per gli inguaribili romantici una nuova chicca firmata Chet Faker: la ballata malinconica, di circa due minuti, è stata composta per un amico, certamente non in un impeto di felicità. “Song For Marcin” è quasi interamente una strumentale, condita da circa 30 secondi di lamenti in stile fakeriano.