LA VENERANDA FABBRICA DEL SUONO | SPAZIO EX COBIANCHI

Giovedì 1, 8, 15, Ottobre 2015
c/o  Spazio ex-Cobianchi, Piazza Duomo 19/a
h.19.30 - 01.30
Ingresso gratuito

La Veneranda Fabbrica del Suono è una fucina sotterranea di artigianato sonoro nel cuore di Milano. Tre serate di concerti sperimentali contemporanei e installazioni musicali interattive, i primi 3 giovedì di Ottobre, precisamente 1 - 8 - 15, presso lo Spazio Ex-Cobianchi, i bagni diurni dismessi sotto Piazza Duomo. Grazie alla gestione temporanea di Elita, che ha voluto unire e coinvolgere in un'unica rassegna, il Conservatorio G.Verdi di Milano con la cura di Giovanni Cospito (Dipartimento di Musica Elettronica) per il versante accademico della ricerca musicale, e Opposticoncordi con la cura di Matteo Saltalamacchia per il versante 'underground' della musica sperimentale, in collaborazione con La Società Psichedelica, TRoK! e Alterazioni Sonore.
Un breve scorcio sul lavoro che continua senza tempo dietro le quinte di tutta la città, dietro la scena dei circuiti istituzionali e alternativi, come La Veneranda Fabbrica più famosa che costruisce e restaura il Duomo dal 1387.

Ogni giovedì dalle 19.30 aperitivo con il sottofondo artigianale della Veneranda Fabbrica e possibilità di provare/vedere/sentire le installazioni interattive.
Dalle 22.00 concerti e performance (durante i quali le Installazioni non sono fruibili) proposti dal Conservatorio e dal circuito delle organizzazioni di musiche sperimentali coinvolte:

La musica industriale portata da Alterazioni Sonore con Bad Sector, istituzione ventennale della scena dark ambient edito da Old Europa Cafe, informatico del suono con strumenti propri, il disco appena uscito e lo spettacolo pronto per il Maschinenfest di ottobre. L’avanguardia della club culture ‘arty’ berlinese di N.M.O., che propone un dj-set di assaggio in attesa della performance che si terrà il giorno dopo a S/V/N/ Club #8 nella BUKA. Il rock lisergico portato dalla Società Psichedelica con TAU, nuova band di Shaun "Nunutzi" Mulrooney dei Dead Skeletons, ispirata al deserto e alle canzoni della medicina indigena che ‘sono la psichedelia originale’, in un mix space e  kraut con influenze etniche. La psichedelia occulta di MAI MAI MAI, il progetto di Toni Cutrone (già protagonista sui palchi milanesi di TRoK! e molto altro, da solo o con Hiroshima Rocks Around e Trouble vs Glue) che raccoglie suoni e ritmi di tutto il mediterraneo in uno spazio sonoro senza età.
L’insonorizzazione all’aperitivo e tra gli spettacoli curata dai sound system delle organizzazioni con il supporto elettronico di Giona Vinti da RXSTNZ e Massi Gusmini da OTOLAB. Dal Conservatorio: il duo T.E.S.O., giovanissimi e già usciti con un disco sull etichetta di elettronica dark Rxstnz, la Laptop Orchestra, le performance sulle proprie installazioni di Stefano Lazzari e Officine Tesla, e tra le installazioni interattive anche Daniele Demarco.

 

Vai al programma completo del 1 ottobre